Blog
cannabis legale a cosa serve

A cosa “serve” la cannabis light?

Da quando la legislazione italiana, pur con una serie di incertezze e grossi punti interrogativi, ha aperto uno spiraglio alla commercializzazione della cannabis light, si è creato un enorme interesse intorno a questo prodotto. Ma di che cosa parliamo esattamente, quando parliamo di canapa legale?

La cannabis legale, per essere considerata tale, deve contenere un quantitativo di delta-9-tetraidrocannabinolo, ovvero del principio attivo noto come THC, inferiore allo 0,6%.

Che cos’è il THC?

Il THC è il principale principio psicoattivo della cannabis sativa, in grado di interagire con i recettori cannabinoidi del sistema nervoso e responsabile degli effetti euforizzanti che hanno reso la canapa così popolare.

Il THC ha anche altri effetti: tra le altre cose è un antiemetico, stimola l’appetito e ha proprietà antidolorifiche. Anche per questo motivo da tempo si studia la sua applicazione in campo medico. Il THC può però anche avere effetti ansiogeni e psicogeni in soggetti predisposti (l’effetto provocato da questa sostanza è estremamente soggettivo).

Ma se nella cannabis legale il THC è pressoché assente, allora questa a che cosa “serve”? Per spiegarlo, dobbiamo introdurre una nuova sigla: signori e signore, ecco il CBD.

cannabis sativa

Che cos’è il CBD?

Il CBD, o cannabidiolo, è un altro principio attivo presente nella cannabis sativa. Al contrario del THC, però, non svolge un’azione psicoattiva, perché il suo legame con i recettori cannabinoidi è piuttosto debole.

Il cannabidiolo, quindi, non provoca il classico senso di euforia dato dal delta-9-tetraidrocannabinolo. Ma non rischia nemmeno di provocare ansie, paranoie o addirittura psicosi.

Privo degli effetti collaterali del THC (di cui anzi attenua l’effetto), il CBD presenta però molti degli stessi benefici. Questo principio attivo ha, fra le altre cose, un effetto antidolorifico. Risulta inoltre utile nella stimolazione dell’appetito, nel contenimento dell’ansia e nell’induzione del sonno.

Il CBD è inoltre suggerito nella cura di una serie di sintomatologie come spasmi muscolari, convulsioni, nausea, emicrania, glaucoma. Ed è anche noto per le sue spiccate proprietà antinfiammatorie.

A che cosa serve, quindi, la cannabis legale?

Riassumendo, ecco i principali pregi del CBD:

  • Non ha effetti collaterali rilevanti
  • È un ottimo antinfiammatorio
  • È un ottimo ansiolitico
  • Favorisce il sonno
  • Stimola l’appetito
  • È un antiemetico e antinausea
  • Allevia sintomi come spasmi e convulsioni

E le ricerche mediche attorno agli usi del CBD sono solo agli inizi: è quindi probabile che molti altri benefici derivanti dal consumo di cannabidiolo verranno aggiunti a questo elenco.

cannabis light Magnum Erba del Chianti

La cannabis light di Erba del Chianti

Noi di Erba del Chianti coltiviamo le nostre piante di cannabis sativa in maniera del tutto naturale nella nostra tenuta sui colli toscani, dopodiché raccogliamo e puliamo i fiori interamente a mano, per mantenerne intatti gli aromi e le proprietà (scopri di più sulla raccolta a mano).

La nostra selezione comprende numerose varietà di canapa, tutte con un tasso di THC a norma di legge e ad alto tasso di CBD. Dal Classico al nuovissimo Magnum, passando per il San Giovese e il SuperTuscan, ognuno dei nostri prodotti è realizzato con cura e con amore. Speriamo che tu possa apprezzarli e soprattutto che tu possa scoprire tutte le straordinarie proprietà del cannabidiolo.

Di seguito trovi le varietà attualmente disponibili, che puoi ordinare online e ricevere comodamente da casa: acquistale subito e ci daremo da fare per spedire al più presto il tuo pacco!