Blog
coltivazione canapa legale

Cannabis: meglio la coltivazione indoor o outdoor?

Cannabis: outdoor o indoor?

La coltivazione della canapa legale (ovvero con un tasso di THC inferiore allo 0,6%) pone gli appassionati di fronte a un grande quesito: è meglio la coltivazione di cannabis indoor oppure outdoor?

Entrambi i metodi hanno i loro vantaggi e noi di Erba del Chianti, che ci teniamo a ottenere un prodotto naturale e di altissima qualità, abbiamo sperimentato a lungo con entrambi, implementando tecniche sostenibili di coltivazione, dal ricorso a humus di lombrico fino alla raccolta e pulizia a mano (di cui illustriamo i pregi in questo articolo).

Di seguito vi illustriamo i benefici di entrambi i metodi, dopodiché cercheremo di arrivare a una conclusione, per capire quale sia il modo migliore per coltivare canapa legale.

coltivazione canapa indoor
Nella coltivazione di canapa indoor ogni pianta ha un vaso dedicato ed è protetta dalle intemperie

Cannabis: i vantaggi della coltivazione indoor

La metodologia indoor include la coltivazione a terra, in greenhouse (ovvero in serra), così come la coltivazione in vaso. Di seguito elenchiamo i suoi principali pregi:

  • Protezione dalle intemperie: vento, pioggia intensa o grandine possono danneggiare la canapa in maniera irreparabile. Questo, ovviamente, non è un problema qualora la cannabis sia coltivata in serra o al coperto.
  • Irrigazione dedicata: nel caso in cui le piante siano coltivate ognuna all’interno di un singolo vaso, sarà possibile stabilire con esattezza l’apporto idrico necessario a ognuna di esse.
  • Nutrienti dedicati: sempre nel caso di coltivazione in vaso, lo stesso vale per i nutrienti, che possono essere bilanciati in maniera precisa e possono essere adeguati a seconda dello stato di salute della singola pianta.

Cannabis: i vantaggi della coltivazione outdoor

La coltivazione di cannabis outdoor prevede che le piante siano collocate a terra e cresciute all’aria aperta, con una serie di specifici benefici.

  • Aerazione migliore: crescendo all’aria aperta, le piante beneficiano di un’adeguata aerazione, che consente alla cannabis di sviluppare al meglio i propri aromi, oltre a minimizzare il rischio di marcescenze, più frequenti nella coltivazione indoor.
  • Luce solare: per quanto sia possibile ottenere buoni risultati con l’illuminazione artificiale, quando si tratta di ottenere cannabis aromatica e di alta qualità nulla batte la luce del sole, che del resto è la fonte di illuminazione naturale a cui si sono adeguate le piante nel corso della loro evoluzione
coltivazione cannabis outdoor
Nella coltivazione di canapa outdoor le piante beneficiano di una migliore aerazione e dell’esposizione alla luce solare

Qual è il modo migliore di coltivare la canapa?

Ora che abbiamo visto i benefici di entrambi i metodi di coltivazione della cannabis, cerchiamo di capire quale sia il più appropriato. Cominciamo quindi con il dire che il principale difetto di ognuno di questi metodi consiste nel rinunciare ai pregi dell’altro.

Da un lato, la coltivazione indoor non offre gli stessi benefici derivanti dalla corretta aerazione e dall’esposizione alla luce del sole. Dall’altro, la coltivazione outdoor non offre la stessa protezione alle piante e non consente di dedicare la medesima cura a ogni singolo esemplare.

Quindi, la risposta giusta qual è? Dopo anni di pratica con entrambi i metodi, noi di Erba del Chianti siamo giunti alla seguente conclusione: il metodo migliore consiste nel prendere il meglio da entrambi i metodi.

Il metodo di Erba del Chianti

La cannabis legale di Erba del Chianti è ottenuta attraverso un metodo di coltivazione ibrido. Le nostre piante sono infatti cresciute all’aperto, al sole e all’aria delle colline della Toscana.

Ai pregi della coltivazione outdoor, abbiamo però affiancato quelli dell’indoor: ogni singolo esemplare è cresciuto in un vaso dedicato, riempito di humus di lombrico, il che ci consente di dosare con estrema precisione l’acqua e i nutrienti necessari al benessere di ogni pianta.

In aggiunta, le piante sono protette da un telone superiore, studiato appositamente per lasciare filtrare le frequenze benefiche della luce solare e per proteggere il raccolto dalle intemperie. Questi teloni sono però aperti lateralmente, in modo da lasciar circolare l’aria in maniera adeguata.

Insomma, alla fine abbiamo… scelto di non scegliere. O meglio, di scegliere tutto quanto, perché a ben vedere non era necessario rinunciare a niente.

Il risultato? Una cannabis legale di altissima qualità, a un prezzo assolutamente in linea con il mercato.

In questo articolo potete scoprire come coltiviamo la nostra canapa, dalla scelta della posizione fino al momento della raccolta e dell’essiccazione. Se volete scoprire i nostri prodotti, non dovete invece fare altro che visitare il nostro shop online.